gocciolato senza ingabbiamento regina

Non esistono domande imbarazzanti, bensì risposte imbarazzanti
Regole del forum
Prima di postare leggere sempre le "Istruzioni per l'uso" e utilizzare il tasto "cerca" in alto a destra di ogni pagina. Grazie per la collaborazione.
Rispondi
Avatar utente
giammo82
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 26/10/2019, 13:27
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

gocciolato senza ingabbiamento regina

Messaggio da giammo82 » 26/11/2019, 12:33

Salve ho visto che da me le giornate son belle in bassa toscana e ho deciso di fare il gocciolato contro la varroa per mancanza di pistola per sublimare,è possibile gocciolare senza ingabbiare la regina?

Avatar utente
BjHorn
Pupa
Pupa
Messaggi: 195
Iscritto il: 02/05/2015, 17:09
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Cilento

Re: gocciolato senza ingabbiamento regina

Messaggio da BjHorn » 26/11/2019, 13:29

L'ingabbiamento serve per evitare che la regina deponga uova, e una volta che non è presente covata opercolata (perchè l'ossalico non raggiunge la varroa sotto opercolo) si può effettuare il trattamento.
A seconda delle zone e delle temperature, IN GENERE la regina si ferma di deporre uova (blocco naturale) e a quel punto si può fare un trattamento col gocciolato senza bisogno di ingabbiare la regina (che invece è necessario nel periodo estivo).
Per cui devi valutare: se non c'è più covata opercolata su nessun telaio puoi fare il trattamento senza bisogno di ingabbiare, altrimenti è praticamente inutile.

Avatar utente
giammo82
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 26/10/2019, 13:27
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: gocciolato senza ingabbiamento regina

Messaggio da giammo82 » 27/11/2019, 17:07

Per caso conosci le dosi per una arnia da 10 telaini?

Avatar utente
BjHorn
Pupa
Pupa
Messaggi: 195
Iscritto il: 02/05/2015, 17:09
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Cilento

Re: gocciolato senza ingabbiamento regina

Messaggio da BjHorn » 27/11/2019, 18:57

La proporzione della miscela che uso normalmente è 100/100/10 (cento grammi acqua distillata, 100 grammi zucchero, 10 grammi ossalico)
Ne vanno messi 5 cl (la normale siringa) nello spazio tra un favo e l'altro SULLE api, per cui anche se l'arnia è da dieci, le dosi potrebbero variare a seconda dei favi presidiati.
Ti ricordo che il gocciolato è piuttosto aggressivo, per cui va fatto solo un ciclo. Se c'è covata non conviene farlo, meglio aspettare il blocco naturale (se arriva) oppure passare al sublimato.

Rispondi