Metodo anti sciamatura

I segreti, le tecniche, i consigli
Avatar utente
lora casadei
Pupa
Pupa
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 19:01
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby
Località: Monte Terminillo (RI)

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da lora casadei » 04/06/2012, 15:26

Sentite ragazzi, essendo moooolto ignorante in materia, ed avendo sempre paura di sbagliare, io mi sono comportata così: non ho mai tolto le celle reali, mi fà impressione, e anche se avevo tutte regine giovani perchè avevano sciamato l'anno precedente, hanno di nuovo quest'anno risciamato!!! Tutti sciami belli grossi, le famiglie erano enormi, allora alcuni li ho regalati agli amici, e gli altri li ho inarniati, poi ho fatto l'unione delle famiglie eli ho rimessi dentro. Penso che se le famiglie poi a settembre/ottobre sono povere, rifaccio l'unione delle famiglie e così le ho sempre belle pimpanti. Gradire sapere se stò dicendo una marea di sciocchezze, grazie ciao

Avatar utente
Cristiano
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 15
Iscritto il: 19/03/2013, 10:12
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Provincia di Bergamo

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Cristiano » 20/03/2013, 10:05

Visto il periodo dell'anno riesumo questa discussione per descrivere la mia esperienza "antisciamatura".

Ho arnie DB da 10 telaini, generalmente tengo le famiglie su 8/9 telaini, inserendo i melari presto (rispetto ai colleghi della mia zona), cioè a fine marzo. A giugno, dopo la smielatura del castagno, "spacco" tutte le famiglie forti creando un nucleo con 3/4 telaini e lasciando nell'arnia 5/6 telaini. Metto la vecchia regina nel nucleo permettendo all'arnia di creare una nuova regina. In questo modo ottengo il blocco di covata e contemporaneamente non mi ritrovo ad inizio primavera con famiglie eccessivamente forti. Perché faccio fare la regina all'arnia e non al nucleo? Perché nei nuclei l'infestazione da varroa è meno potente, e non ho la necessità di attuare il blocco di covata sul nucleo.
In primavera l'obiettivo è arrivare 20 giorni prima della fioritura della robinia con famiglie con 6 telaini di covata, equilibrando le varie famiglie ed eventualmente creando nuclei con i telaini di covata in eccesso (cosa che negli ultimi due anni mi è capitata su quasi tutte le arnie, per la presenza, vicino all'apiario, di un campo di colza che fa letteralmente esplodere la vitalità delle famiglie).
Il vantaggio dei 6 telaini di covata è di avere famiglie fortissime al momento della fioritura della robinia, lo svantaggio è il rischio di sciamatura. Per questo applico il sistema della visita alle arnie ogni 8 giorni, più o meno da inizio aprile fino alla fine della fioritura della robinia, per verificare la presenza di celle reali e, nel caso, togliere la regina con un telaino di covata (formando un nucleo) e lasciando nell'arnia una sola cella reale.

Le variazioni sul tema sono infinite. Se si vogliono ottenere nuclei con regine dell'anno è possibile farlo: allorché nell'arnia la regina nuova inizia a deporre si invertono le due regine, rimettendo nell'arnia quella vecchia e inserendo nel nucleo quella nuova (si potrebbe anche sopprimere la regina vecchia, ma ammazzare le regine non mi piace). Si può porre rimedio al periodo di mancata deposizione nell'arnia (il tempo per sviluppo/nascita/fecondazione/inizio deposizione della nuova regina) inserendo nella stessa un telaino di covata proveniente dal nucleo (dove c'è la regina vecchia che non ha smesso di deporre). Tra l'altro se in attesa della formazione della nuova regina si posiziona il nucleo di fronte all'arnia, ad una distanza di 60/70 cm, la sostituzione delle regine può essere effettuata senza alcuna precauzione, cioè spostando le regine senza gabbietta ma semplicemente togliendole da una famiglia e immettendole nell'altra.

Il risultato è che in 5 anni (il primo anno con 4 arnie, i successivi con 10) ho subito una sola sciamatura.

Problemi:
1) Famiglia con propensione alla sciamatura. Con il metodo sopra descritto mi ritroverei con un nucleo con la vecchia regina "sciamatrice" e con una cassa con una figlia della stessa. In questo caso quando tolgo la regina distruggo tutte le celle reali e poi anche quelle create successivamente, quando elimino le celle reali la seconda volta inserisco nell'arnia un telaino con covata fresca proveniente da una famiglia "non sciamatrice".
2) Mancata formazione della nuova regina. Qui c'è poco da fare: o si ha a disposizione una regina o una cella oppure bisogna procurarsela

E' impegnativo, ma per chi ha poche arnie neanche tanto, ma i risultati in termini di produzione di miele sono ottimi. Tra l'altro, con 10 arnie, normalmente solo un paio creano celle reali.

Avatar utente
Marianna
Uovo
Uovo
Messaggi: 70
Iscritto il: 12/09/2010, 11:45
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Marianna » 20/03/2013, 15:43

Grazie di aver condiviso il tuo metodo. :ciau:

Avatar utente
frincu dragos vasile
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 18/03/2013, 8:59
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Cosenza
Età: 33
Contatta:

ape regina morta

Messaggio da frincu dragos vasile » 21/03/2013, 20:56

nn ho provato xo ho letto questa cosa ,che succede l ape regina nn po uscire xo il sciame si forma lossteso fuori arnia trovandosi sensa regina tornanno ed provano un altra volta cosi di 2 ,3 volte se nn di piu ,ed si arrivaida che le ape amazano la regina ,quando nascono le nuove regine la famiglia sciama con una giovanne
na domanda chi e alla guida d alla famiglia?

Avatar utente
Mr. Clock
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 823
Iscritto il: 07/06/2014, 18:33
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Milan lē un grànd Milan
Età: 52

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Mr. Clock » 11/11/2014, 6:48

Anche io ringrazio Cristiano della condivisione anche se come da lui dichiarato la trovo davvero molto laboriosa,
a conti fatti pero' prolifera e sopratutto antisciamatura, io pero ho già i miei bei uccelli per diabetici, con otto arnie non vorrei nemmeno immaginare dover gestire 16 arnie , no thank's !
Memento Mori ... le Api No ! ( se le controlli bene ) altrimenti pure loro hanno i loro. ....

Avatar utente
spinus73
Larva
Larva
Messaggi: 107
Iscritto il: 31/10/2014, 18:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro
Località: Fara Gera d'Adda (BG)

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da spinus73 » 11/11/2014, 16:31

La cosa migliore sarebbe prendere la Regina, guardarsi bene a quattr'occhi e spiegargli di non farci tribulare inutilmente, io ho provato e a volte funziona! :roftl: :roftl: :roftl:
LUCA
-----------------------------------------------
...''credi sempre in ciò che fai''...
-----------------------------------------------

Avatar utente
Mr. Clock
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 823
Iscritto il: 07/06/2014, 18:33
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Milan lē un grànd Milan
Età: 52

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Mr. Clock » 12/11/2014, 3:38

Eccolo e' lui lo spiegatore di regine !!!
Il mago Silvan di treviglio !!
Ma dai smettila cosa fai imponi le mani con il fluido della prestidigitazione ipnotizzi la regina ??
Ancora ancora se mi dici che le metti le manette ! Li ci posso credere !
Memento Mori ... le Api No ! ( se le controlli bene ) altrimenti pure loro hanno i loro. ....

Avatar utente
Mr. Clock
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 823
Iscritto il: 07/06/2014, 18:33
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Milan lē un grànd Milan
Età: 52

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Mr. Clock » 12/11/2014, 3:39

Regina ai domiciliari
Memento Mori ... le Api No ! ( se le controlli bene ) altrimenti pure loro hanno i loro. ....

Avatar utente
spinus73
Larva
Larva
Messaggi: 107
Iscritto il: 31/10/2014, 18:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro
Località: Fara Gera d'Adda (BG)

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da spinus73 » 12/11/2014, 21:17

Scherzi a parte l'unica sicurezza è sistematicamente da Marzo a Giugno, melari e non, scellare-scellare e dare spazio, all'occorrenza sfoltire le famiglie togliendo un paio di telai di covata e sostituendoli con fogli cerei, risultato? Le api rimangono a casa e nel frattempo fate nuclei. :okok:
LUCA
-----------------------------------------------
...''credi sempre in ciò che fai''...
-----------------------------------------------

Avatar utente
maurizio57
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: 02/11/2014, 16:03
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da maurizio57 » 17/11/2014, 21:53

Ciao Manu, ti confesso che la tua idea era venuta anche a me, ma siccome è come l'invenzione dell'acqua calda e come dici tu, giustamente, nessuno ci ha mai provato evidentemente non funziona. Credo che la regina messa a stecchetto per prepararsi a sciamare probabilmente riesca a passare anche dalle griglie dell'escludi regina. Però perchè no? Si potrebbe provare ad applicare il metodo almeno in un arnia e stare a vedere che succede. Non sono molto d'accordo sul moralismo "lasciamo fare alla natura il suo corso" se vogliamo miele la sciamatura va impedita! Poi non dimentichiamo che Padre Adam, al quale penso che nessuno di noi possa permettersi di rivolgere critiche, per impedire la sciamatura usava tagliare un ala alla regina. Io avrei pensato anche ad un'altro metodo ed il prossimo anno sicuramente lo proverò: le api le faccio sciamare io; ossia voglio provare a creare nel momento della sciamatura un nuovo nucleo portando via anche 4 telai fra covata fresca e opercolata alla famiglia vecchia regina ( vecchia) inclusa, lascio una sola cella reale nella famiglia da cui ho prelevato lo sciame che vado a deporre a 5 metri dalla sua vecchia arnia così che tutte le bottinatrici vi facciano ritorno e poi sto a vedere che succede. Se la famiglia che avrebbe dovuto sciamare rimarrà al suo posto avendo una nuova regina ed avendo perso una buona parte di operaie sarà abbastanza forte per andare a melario perchè avrà conservato tutte le bottinatrici, dubito che funzionerà però ci voglio provare. :ya:
maurizio57

Avatar utente
spinus73
Larva
Larva
Messaggi: 107
Iscritto il: 31/10/2014, 18:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro
Località: Fara Gera d'Adda (BG)

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da spinus73 » 18/11/2014, 10:05

E' un metodo corretto e razionale, lo utilizzo e funziona, ma pondera quanti telai togliere, nel nuovo nucleo con la vecchia regina sono sufficienti 1 telaio di covata nascente, 1 telaio con covata fresca ed uno con le scorte, poi inserisci 3 cerei e la ''Vecchia'' siccome è rodata impiegherà ben poco a riempirlo e quando ciò avverrà travasa in un altra arnia il nucleo inserendo ancora 2 telai con cereo avrai in un mese creato la famiglia iniziale, l'altra con la cella trovandosi 6/7 telai tra covata fresca e nascente non farà fatica a riequilibrarsi qundo la vergine sarà fecondata, è giusta la tua idea bisogna sfruttare questo istinto naturale con razionalità a nostro vantaggio.
LUCA
-----------------------------------------------
...''credi sempre in ciò che fai''...
-----------------------------------------------

Avatar utente
Ludovica
Ape magazziniera
Ape magazziniera
Messaggi: 332
Iscritto il: 19/07/2013, 12:09
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Ludovica » 18/11/2014, 14:22

maurizio57 ha scritto:Credo che la regina messa a stecchetto per prepararsi a sciamare probabilmente riesca a passare anche dalle griglie dell'escludi regina. Però perchè no? Si potrebbe provare ad applicare il metodo almeno in un arnia e stare a vedere che succede.
Se la regina non riuscirà ad uscire anche se messa a dieta la famiglia sciamerà con la regina vergine.
maurizio57 ha scritto:Poi non dimentichiamo che Padre Adam, al quale penso che nessuno di noi possa permettersi di rivolgere critiche, per impedire la sciamatura usava tagliare un ala alla regina.
La sciamaura non viene impedita in questo modo. Il perchè lo trovi qui.

Avatar utente
APESTOFF
Ape nutrice
Ape nutrice
Messaggi: 288
Iscritto il: 04/11/2013, 21:36
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Vallarsa (TN)

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da APESTOFF » 18/11/2014, 20:47

Le mie api non sciamano mai.
Sostituire la regina al 3° anno.
Ho le figlie di regina carnica prese in Austria con DNA contro la sciamatura,
Tutti gli anni faccio molta miele senza sciamatura. Con sciamatura zero kg miele.

Avatar utente
spinus73
Larva
Larva
Messaggi: 107
Iscritto il: 31/10/2014, 18:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro
Località: Fara Gera d'Adda (BG)

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da spinus73 » 19/11/2014, 7:32

Mi daresti una mano a reperirne qualcuna l'anno prossimo in primavera? Codsi' la provo, api antisciamatura non ne ho mai sentito parlare.
Per il taglio dell'ala (clippatura) è un metodo diffuso, ma non sicuro, inquanto la menomazione della regina potrebbe essere dalle operaie interpretata come forma di non integrità e successivamente potrebbero ucciderla, a volte ripeto.
Voglio a tutti i costi una regina antisciamatura... :roftl: :roftl: :roftl:
LUCA
-----------------------------------------------
...''credi sempre in ciò che fai''...
-----------------------------------------------

Avatar utente
Crico
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 28
Iscritto il: 27/05/2016, 18:44
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Crico » 04/04/2018, 13:45

Buonasera,
Riprendo questo vecchio post sperando in una risposta.
Capisco che va contro L etica morale e metodi convenzionali, ma se ci accorgiamo che una famiglia è in pronta per la sciamatura, cosa succede se la vacchia regina muore ?

Avatar utente
Maury
Larva
Larva
Messaggi: 113
Iscritto il: 19/07/2016, 19:06
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Età: 46

Re: Metodo anti sciamatura

Messaggio da Maury » 07/04/2018, 15:01

Ne allevano una nuova e la sciamatura avverrà comunque ma con la regina vergine.
L'unico modo per bloccare la sciamatura è distruggere tutte le celle reali. Oppure, se vuoi sostituire la regina vecchia, la elimini e lasci una sola cella reale

Rispondi