Apicoltura per il proprio futuro: se potete darmi qualche informazione

Non esistono domande imbarazzanti, bensì risposte imbarazzanti
Regole del forum
Prima di postare leggere sempre le "Istruzioni per l'uso" e utilizzare il tasto "cerca" in alto a destra di ogni pagina. Grazie per la collaborazione.
Rispondi
Avatar utente
LiquidValue
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 2
Iscritto il: 05/12/2018, 13:03
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Apicoltura per il proprio futuro: se potete darmi qualche informazione

Messaggio da LiquidValue » 05/12/2018, 13:41

Buon giorno a tutti. Sono un ragazzo romagnolo che sta cercando di fare alcune valutazioni(27 anni) circa alla possibilità reale di poter intraprendere un percorso legato all'apicultura.
cercherò di essere breve: ho notato che a livello europeo sono stati versati, mi pare, attorno ai 200 mil per incentivare l'apicultura europea: (https://ec.europa.eu/agriculture/honey/programmes_en) e che in generale sia nei paesi EU anche nei paesi fuori dall'EU (nuova zelanda in cui però è tosto entrare) sono tra i lavori che richiederebbero maggiormente come istant jobs e che richiederebbero un bachelor(credo laurea o corso professionalizzante) fatto là oppure un esperienza di 5 anni di lavoro dipendente presso una azienda apistica (anche se anche qui ho diversi dubbi perché so che all'estero, anche in eu, l'apistica è un settore molto più sviluppato a livello tecnico rispetto a quello italiano). In EU è un poco più tranquilla la cosa avendo agevolazioni da cittadino europeo. Ho letto che anche l'agricoltura italiana, quindi anche l'apistica, potrebbe garantire una occupazione stabile e vi è ricerca di manodopera tanto che anche nell'apicultura a livello nazionale sono stati indetti dei progetti che vogliono inserire emigrati per integrarli più velocemente.
Tuttavia ho diversi dubbi, io sono in Romagna e vivo in campagna.
1) la possibilità di trovare in Italia un lavoro da apicoltore dipendente e se è per lo più come temo, solo stagionale
2) quanti anni sono necessari al fine di raggiungere un buon livello professionale ovviamente dopo aver fatto il corso
3) premesso che il punto 1 e 2 sono propedeutici al terzo chiedo: quanto tempo è necessario investire, poichè i costi per me sarebbero un problema relativo, per avere un'azienda che possa camminare sulle sue gambe senza bisogno di lavori aggiuntivi.

poi: posto che si possa trovare lavoro dipendente di facile accessibilità anche senza esperienza la stagione quanto è più o meno pesante rispetto alla stagione normale della raccolta frutta?
Ringrazio chiunque di voi possa darmi qualche informazione di più

Avatar utente
Rob
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 46
Iscritto il: 27/01/2018, 20:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro
Località: Brescia, provincia e dintorni..
Età: 34

Re: Apicoltura per il proprio futuro: se potete darmi qualche informazione

Messaggio da Rob » 06/12/2018, 0:24

Ciao Liquid.. ti dico la mia..

se non hai nessun tipo di esperienza nel campo è una follia pensare di poter avviare una ditta in questa direzione, ma questo vale per ogni settore immagino.. aldilà del saldo iniziale ci vuole un certo tipo di attitudine per il materiale che tratterai, ovvero le api.. ci vorrà un bel pò di tempo per capire l animale e i suoi ritmi, e a volte non bastano anni..

per risponderti..

1- purtroppo è un lavoro stagionale, ha i suoi ritmi..
2- un buon livello di manualità dopo 2 o 3 stagioni lo puoi anche ottenere, ma un buon livello di conoscenza.. mmm.. :humm: a questa domanda non cè risposta.. è un lavoro veramente particolare e son veramente tante le variabili con cui aver a che fare.. ;)
3- se hai già qualche anno di esperienza hobbistica e ti sai muovere in mezzo a un centinaio di casse sei a un buon punto, purtroppo son solo un terzo del numero che serve per avere un attività in regola ai fini di legge sull orlo dei 12.000€ annui..

ti consiglierei di iniziare a seguire qualche apicoltore della zona, è un metodo per far esperienza e pratica sul campo, poi se veramente "sopporti" quest animale straordinario puoi iniziare a tener qualche famiglia, magari 4 o 5 per i primi anni.. poi dipende da te, anche da quanto tempo puoi investirci e dal morale che tieni dopo i primi, inevitabili fallimenti..

in apicoltura cè la possibilità di immense soddisfazioni, ma questo è un campo dove non esistono soldi facili e la mole di lavoro è tanta, i compiti son molteplici e la variabilità delle stagioni rende la cosa un pò più complessa.. e non puoi mai fare i conti senz l ape.. ;)

sui contributi ho un altra opinione ma è altro discorso ben più intricato..

..a ognun le sue.. ;)

Avatar utente
old
Larva
Larva
Messaggi: 149
Iscritto il: 13/01/2017, 20:36
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Apicoltura per il proprio futuro: se potete darmi qualche informazione

Messaggio da old » 12/12/2018, 20:49

Se si vuole vedere come è il lavoro di apicoltore professionista bisogna partire lavorando in una azienda grande, professionale.
Si ha una esperienza completa, si vede subito dove sono le difficoltà nella gestione, si ha una idea della attrezzatura necessaria, intanto si fa il corso.
Impegnandosi, in poco tempo si può decidere ed in pochi anni si è pronti.

Rispondi