Esposizione apiario

Non esistono domande imbarazzanti, bensì risposte imbarazzanti
Regole del forum
Prima di postare leggere sempre le "Istruzioni per l'uso" e utilizzare il tasto "cerca" in alto a destra di ogni pagina. Grazie per la collaborazione.
Rispondi
Avatar utente
Gege
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 17
Iscritto il: 26/03/2018, 22:44
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Esposizione apiario

Messaggio da Gege » 27/03/2018, 0:04

Buongiorno a tutti!

Sono nuovo del forum ed anche del mondo dell'apicoltura. Sto frequentando un corso di apicoltura ma ho comunque mille domande, molte anche forse banali. Dato che tra due settimane riceverò le mie prime famiglie (4 in tutto) spero di partire con il piede giusto.

Il primo dubbio che mi attanaglia è sulla posizione del mio apiario. Abito a Merano in Alto Adige e tutto il fondovalle è coltivato a meli, ma il posto in cui mi è stato dato il permesso di posizionare le arnie si trova a 810m di altitudine. L'unico problema (su cui forse io mi sto facendo troppe paranoie) è che il versante della montagna è rivolto ad ovest, anche se nel posto in questione il sole la mattina arriva presto perché situato su una sorta di "terrazza" della montagna.

Dopo aver girato il pisto in lungo e in largo ho individuato 3 possibili posti:

1) a ridosso della strada forestale che però è anche molto vicino al bosco e quindi la mattina presto il sole è più coperto; inoltre ho paura che siano un po' d'impiccio nel caso in cui il contadino dovesse passare lì perché per esporle a sud andrebbero perpendicolari alla strada ed occuperebbero tutto lo spazio calpestabile (a destra poi è scosceso, con rocce). Questa è la situazione:
IMG_1401.jpg
IMG_1401.jpg (85.88 KiB) Visto 1727 volte
2) una 50ina di metri più sotto, sotto ad un abete rosso, dove ci sarebbe un'esposizione soleggiata per quasi tutto il giorno; il problema è che per raggiungere questo posto bisogna scendere un pendio sassoso per 20m, che con api, arnie o melari è dannatamente complicato. Questa sarebbe indicativamente la visuale...
IMG_1411.jpg
IMG_1411.jpg (43.94 KiB) Visto 1727 volte
3) il posto che in teoria ho scelto è circa 10 metri al di sotto della strada forestale, si raggiunge tutto sommato comodamente ed ha una discreta esposizione. Quello che è il mio grosso dubbio è se il castagno che si trova davanti ad essa sia un aspetto positivo o meno. La mattina presto (6.30 circa) l'apiario dovrebbe ricevere i primi raggi del sole, poi sarebbe coperto per alcune ore (credo) dal castagno e nel pomeriggio sarebbe nuovamente illuminato dal sole fino al tramonto (le travi che si vedono in foto ovviamente sono dritte... son venute fuori così perché ho fatto una panoramica con il cell).
IMG_1514.jpg
IMG_1514.jpg (53.71 KiB) Visto 1727 volte
Da quanto ho capito finora è importante che le api ricevano i primi raggi di sole perché inizino a bottinare, ma poi il fatto che ci sia ombra dovrebbe essere tutto sommato positivo perché non si va a surriscaldare l'arnia. E' corretto??
Essendo poi un castagno, che perde quindi le foglie per l'inverno, dovrebbe comunque permettere di non avere un'eccessiva umidità nei mesi più freddi in quanto durante questi le ore di esposizione al sole diretto sarebbero quasi più che in estate.

Per il momento ho posizionato i solo i supporti (due mattoni di cemento con delle travi in legno), quindi sarei ancora in tempo per spostare il tutto.
Giusto x completezza vi faccio vedere la vista dalla strada da cui forse si capisce meglio la distanza tra l'apiario ed il castagno di cui sopra... io penso possa essere tutto sommato una buona posizione (ci si arriva scendendo lungo la recinzione che si vede sulla destra), anche riparata dal vento che scende da nord, ma ogni osservazione in merito è molto gradita!!
IMG_1516.jpg
IMG_1516.jpg (113.93 KiB) Visto 1727 volte
N.B.: oltre il muretto che si vede dove ci sono gli abeti mi ha chiesto di non metterle perché uno dei figli è allergico e non vuole ci vada troppo vicino (lo aiutano nel campo e con le pecore che pascolano lì sotto).

Un saluto e scusate x la lunghezza del messaggio :aureola:
La mia avventura nell’apicoltura passo dopo passo:
https://m.facebook.com/gege.apicoltura

Avatar utente
BjHorn
Pupa
Pupa
Messaggi: 173
Iscritto il: 02/05/2015, 17:09
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Cilento

Re: Esposizione apiario

Messaggio da BjHorn » 29/03/2018, 9:32

Ciao e benvenuto!
Una risposta precisissima purtroppo è difficile darla, ma fossi in te le metterei nel posto della prima foto! Il motivo è presto detto: quando dovrai lavorarci lo farai con tuta e attrezzatura, e avventurarsi su pietraie con quella roba addosso, magari trasportando un melario (che se tutto va bene PESA) la vedo dura! Anche il trasporto delle arnie è abbastanza complesso, e più scossoni si evitano meglio è!

Ovviamente le esposizioni migliori sono sud/est o sud/ovest, ma se non ci si riesce le api si arrangeranno senza grossi problemi, anche gli alberi mi sembrano lontani!

Per il bimbo e la sua allergia c'è poco da fare, non basta un muretto o la distanza! Puoi tranquillamente fare un picnic dietro le arnie a due metri e non ti succede nulla, o venire punto a 3 km di distanza dall'alveare!

Avatar utente
Gege
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 17
Iscritto il: 26/03/2018, 22:44
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Esposizione apiario

Messaggio da Gege » 29/03/2018, 11:54

Ciao e grazie per la risposta!

Precisazione: la questione del figlio allergico la facevo presente solo perché altrimenti uno potrebbe dire di metterle più sotto salendo dal campo sottostante anziché scendere da sopra. Non voglio discutere con il contadino vista la sua disponibilità, quindi mi va bene stare sopra :d:

Per il resto la terza opzione anche io l’avrei scartata proprio perché mi sembra complicato attraversare una pietraia (anche se breve) con melari e api.

Resto in dubbio tra la prima e la seconda; dove ho collocato i supporti si raggiunge facilmente (la pietraia inizia da lì), quindi penso di riuscire ad usare eventualmente un carrellino x i melari anche se è in pendenza.
Sulla posizione vicino alla strada ho anche il timore che, essendo tutta attrezzatura nuova, a qualcuno venga in mente qualche idea malsana... forse sarebbero un po’ troppo a portata :what:
Magari in questi giorni provo intanto a portare lì le arnie vuote e vedo com’è.

L’esposizione in entrambi i casi sarebbe a sud. L’albero copre la zona a sud, quindi la mattina avrebbero sole da sud est e pomeriggio da sud ovest... dici che va bene?
La mia avventura nell’apicoltura passo dopo passo:
https://m.facebook.com/gege.apicoltura

Avatar utente
BjHorn
Pupa
Pupa
Messaggi: 173
Iscritto il: 02/05/2015, 17:09
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Cilento

Re: Esposizione apiario

Messaggio da BjHorn » 29/03/2018, 12:36

Infatti volevo aggiungere che se la strada è percorsa da "altri", forse era il caso di prendere qualche contromisura!
Io per non saper nè leggere nè scrivere, ho fatto un basamento con assi di legno bello pesante, ancorato al terreno in un paio di punti, e le assi sono legate anche ai blocchi di cemento con del robusto fil di ferro! Sulle assi poi ho avvitato le arnie (da sotto) con delle belle vitone da 10 cm! Se proprio vogliono fregarsele, almeno li faccio sudare! :aureola:

Avatar utente
RSI84
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 13
Iscritto il: 10/04/2018, 11:19
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: pavia
Età: 35

Re: Esposizione apiario

Messaggio da RSI84 » 10/04/2018, 12:46

Buongiorno a tutti,
anche io sono in procinto di iniziare con 2 nuclei di api, ho trovato un boschetto si Robinia vicino a casa e sono in una zona periferica in provincia di Pavia.
Secondo voi è un problema se la zona dove posizionerò le api è completamente in ombra?
Conviene cercare la zona più soleggiata del boschetto?
Per l'appoggio delle arnie pensavo di usare due mattoni in cemento e dei travetti in legno di recupero, vanno bene?

allego foto del boschetto.
Immagine
Allegati
Apiario_preview.jpeg
Apiario_preview.jpeg (73.99 KiB) Visto 1719 volte

Avatar utente
LucaRN
Ape ceraiola
Ape ceraiola
Messaggi: 367
Iscritto il: 28/10/2015, 1:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Rimini
Età: 33
Contatta:

Re: Esposizione apiario

Messaggio da LucaRN » 12/04/2018, 0:45

Ciao, tieni sempre presente che api sono animali dotati di una sorprendente adattabilità.
E' vero che esistono dei criteri ottimali per scegliere le postazioni ma è anche vero che le api sono in grado di prosperare anche dentro ad un vecchio copertone, sotto ad una vecchia tettoia arrugginita e chi più ne ha più ne metta.

Mattoni e travetti andranno benissimo. Buon lavoro!
Pur'io vorrei la pace:
— diceva l'Ape a un Grillo —
ch'er lavoro tranquillo
me soddisfa e me piace.
Ma finché su la terra
parleranno de guerra
terrò sempre, a bon conto,
un pungijone pronto:
er pungijone mio
che m'ha arrotato Iddio.
- Trilussa

Avatar utente
RSI84
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 13
Iscritto il: 10/04/2018, 11:19
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: pavia
Età: 35

Re: Esposizione apiario

Messaggio da RSI84 » 12/04/2018, 6:15

Grazie! Sperando che smetta di piovere questo weeke d preparo l.apiario! :wink:

Rispondi