Disinfettante contro virosi?

Prevenzione, diagnosi e controllo delle varie virosi
Avatar utente
lora casadei
Pupa
Pupa
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 19:01
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby
Località: Monte Terminillo (RI)

Disinfettante contro virosi?

Messaggio da lora casadei » 16/08/2011, 11:34

Gentile sig.Adolfo, ho sentito parlare di Oxigen (mi pare si chiami così), e siccome lei parla delle virosi come l'inizio di tanti problemi, vorrei provare questa cosa come prevenzione, ora stò facendo l'apilifevar, finirò il trattamento verso la prima settimana di settembre, ora potrebbe dirmi come procedere e se la cosa è giusta o sbagliata? La prego, mi parli come ad un bambino, anche se le sembrerà strana questa richiesta, ma lei è talmente avanti in questa "scienza" che è molto tecnologico, giustamente, ma io non capisco tutto al volo, solo dopo un po di pratica ho la padronanza della....questione!!!!! La ringrazio sempre tanto della pazienza, e quando avrà un po di tempo le sarei molto grata di una risposta. saluti cari.

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 17/08/2011, 22:31

lora casadei ha scritto:Gentile sig.Adolfo.. omissis miei (a.p.), ho sentito parlare di Oxigen .ora stò facendo l'api life var
Ora potrebbe dirmi come procedere.?

ringrazio per la pazienza..grata di una risposta. saluti cari.
-
Gentilissima Lora
Posso indicarle un file dove ci sono molte risposte
"Disinfettante Oxigen contro le virosi?"

lora implorante

Io vi ricorro

E' un igienizzante soltanto; per le virosi stanno portando avanti le pratiche per avere il brevetto dal Settore governativo
Si tratta di sciroppo zuccherino
che va a sollecitare il sistema immunitario dell'ape
Su questo spiegare, però, non insisto. A certe persone bisogna solo dire:.
"Còmprati questa roba e fa in modo che le api la suggano!" Non accetterebbero di più

Allegato
Il gufo: disturbatore mortale delle notti dei Corvi che di giorno si vendicano, come da foto

Analogamente.
Nell'istante in cui il calabrone atterra su un coperchietto esca, lo pizzico mortalmente sulla collottola, lontano dal pungiglione

Immagine

Bella confidenza quella fatta da Carlo.
"Tenterò di farmene portare un po'"

In La salute delle api voce Le virosi delle api
ci sono delle documentazioni

Personalmente ne ho grande fiducia anche perché il prof. Randy Oliver, apicoltore di professione, con mezzi da viaggi spaziali, scienziato, ne ha parlato molto bene.
Lui stesso parte invitata a portare avanti con questo sciroppo zuccherino, due postazioni delle sue api

Non dobbiamo sperare nella bottiglia portata a mano fin qui dall'America ma
augurarci che le Facoltà di apicoltura lo testino, come hanno già fatto con il "Formico MAQS"di cui parla anche il Forum, compresa la Home page .

Mites Away Quick Strip= MAQS
(Acari-eliminazione-veloce-striscia)
Acido formico senza "pericoli"?

ultima formulazione

Necessita che il brevetto americano venga recepito anche qui e non faccia la figura dell'ossalico, legalizzato solo in questi giorni.

Cosa dire di Api life var a fine settembre?. Per me è una "tristezza" apistica ma ci metteremo d'accordo per iniziare già a gennaio a far cadere le varroe con il Coadiuvante zucchero a velo

lora ottima allieva
Lora mi fermo qui
Racconterò solo per chi "guarda veramente le api
di due sciamature viste in diretta( tutte le api con regina), in agosto che rifiutano i favi
Famiglie dove non c'è una varroa che nasca perché la emolinfa che sugge è quella di una necrofora
Stop d'ufficio
Lora, coraggio.
Ci risentiremo volentieri
Se ci riesco fra un po' inserirò un allegato.. extraterrestre
Dallo "Zio" Adolfo

Avatar utente
lora casadei
Pupa
Pupa
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 19:01
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby
Località: Monte Terminillo (RI)

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da lora casadei » 19/08/2011, 15:44

ho letto tutto su Vita Oxigen, molto istruttivo il tutto come sempre, riassumo per ulteriore sicurezza (so di essere maniacale) 10gr. polvere, 1 lt. acqua (distillata?) 100 gr. di zucchero o giù di lì solo per la gioia delle api. Mi sembra di aver capito che si può fare sempre, in qualsiasi momento, o no? Solo una volta o ripetutamente a periodi? Poi lei dice che ALV è una tristezza fatta a settembre, io che l'ho fatta ad agosto è sempre una tristezza? Si arrabbia molto se le chiedo perchè? Non ho capito, le sembrerò una "testa dura" ma non ho capito,io pensavo di aver fatto tanto bene!!!!Grazie come sempre, se potrà e se vorrà, buona giornata!

Avatar utente
Marianna
Uovo
Uovo
Messaggi: 70
Iscritto il: 12/09/2010, 11:45
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da Marianna » 19/08/2011, 15:51

Caro zio ho letto che ci sono microbi, batteri e funghi che contribuiscono alla salute delle api, usando vita oxygen penso che si neutralizzano anche questi oltre quelli cattivi. Ditemi se sbaglio.

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 19/08/2011, 21:23

lora casadei ha scritto:ho letto tutto su Vita Oxigen
Mi sembra di aver capito che si può fare sempre, in qualsiasi momento, o no?
Solo una volta o ripetutamente a periodi?
Poi lei dice che ALV è una tristezza fatta a settembre,
io che l'ho fatta ad agosto è sempre una tristezza? Si arrabbia molto se le chiedo perchè? Grazie come sempre, se potrà e se vorrà, buona giornata!
--
Gentilissima Lora..
Io vi ricorro una volta sola alla settimana
(Questo dato concreto-grazie al tuo intervento lo metterò sul file originale)
In giornate buone belle: le api devono poter aver tempo per asciugare-

Sul resto Lora la colpa scelta del tempo( inizio agosto) non è tua
ma di chi non ha ancora capito e non lo fa intendere a nessuno che le varroe raddoppiano o triplicano a giugno luglio..

Mi spiego con un esempio personale
Già e apposta il 20 di giugno. io Confino la regina solo per 18 giorni su favo grande
La libero ( 8 luglio) e distruggo tutta la covata perché contiene varroa.
L'Api life var
per me va fatto dal 20 giugno al 20 luglio. I favi così vengono liberati da molta varroa.

La covata della regina verso il 20 luglio è quella destinata a far nascere le api "invernali dotate di molta proteina di stoccaggio vitellogenina.

Ogni trattamento dal 20 di luglio. in poi, quindi, diventa discutibile

La regina stessa non è invogliata a deporre uova....
(Lora. A presto. Se ci riesco cerco qualche file specifico

Le cose ragazzi sono difficili.Non si possono riassumere con due righe
Io stesso ci ho impiegato dei mesi a coordinare il tutto
Ho riassunto, con grande fatica, ciò che ho appreso al riguardo e volutamente senza riservarlo per me

Date del 20 giugno
lora
Lavori in corso (a.p).

Avatar utente
lora casadei
Pupa
Pupa
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 19:01
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby
Località: Monte Terminillo (RI)

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da lora casadei » 21/08/2011, 17:21

Io la ringrazio a nome mio e immagino a nome di tante persone che come me, profondamente "ignoranti" in materia però cercano di apprendere nel migliore dei modi, lei ha messo a nostra disposizione tutta la sua esperienza, un bagaglio d'informazioni enorme, che solo a leggerlo tutto ci vuole una vita, per non parlare di capirlo poi....io passetto passetto,faccio quello che posso, non oso ancora fare il confinamento della regina perchè se non mi sento sicura perlomeno non faccio danni, arriverò col tempo anche a quello. Sono mortificata di non aver studiato prima l'uso dell'ALV, il prossimo anno lo farò dal 20 di giugno al 20 luglio, per questo anno è andata, speriamo che le api mi sopportino lo stesso, con tutti questi sbagli, ma giustamente come dice lei, RAGAZZI E' DIFFICILE, e aggiungo io, accidenti se è difficile!!!!!!!!!!! ora mi vado a leggere quello di Randy oliver che dice lei. Saluti cari e grazie sempre.

Avatar utente
fabio
Ape ventilatrice
Ape ventilatrice
Messaggi: 482
Iscritto il: 15/09/2010, 13:43
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da fabio » 21/08/2011, 19:28

Marianna ha scritto:Caro zio ho letto che ci sono microbi, batteri e funghi che contribuiscono alla salute delle api, usando vita oxygen penso che si neutralizzano anche questi oltre quelli cattivi. Ditemi se sbaglio.
Ottima osservazione Marianna.
lora casadei ha scritto:Gentile sig.Adolfo, ho sentito parlare di Oxigen (mi pare si chiami così), e siccome lei parla delle virosi come l'inizio di tanti problemi, vorrei provare questa cosa come prevenzione ......omissis.....
Le api non mangiano il polline, mangiano il cosiddetto "pane delle api". Le api aggiungono nettare al polline fresco e in qualche modo inoculano microrganismi benefici che trasformano il polline nel cosiddetto "pane delle api".
Il polline che rimane conservato per periodi più lunghi è sottoposto a fermentazione acido lattica nella cella così da preservarlo.
Durante uno studio volto a caratterizzare la microflora intestinale delle larve delle api e adulti è stato scoperto che alcuni batteri lattici inibiscono la crescita di agenti patogeni. Questi batteri, appartengono al genere Lactobacillus, sono normali abitanti dell'intestino delle api. Ceppi di questo genere hanno dimostrato di avere importanti funzioni metaboliche e di protezione nel tratto gastrointestinale, interferendo con patogeni enterici e mantenendo una microflora intestinale sana.

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 22/08/2011, 1:48

Ci sono nella nostra bocca circa 900 battèri buoni, detti “simbionti ( greco, sin= σιν= con; , bios=βίος= vita)
-
Vivono assieme ad altri ”perversi” che in una notte sarebbero capaci di cariare un intero dente.
Queste gocce non disintegrano i "simbionti". Sono disinfezione a base di ossigeno attivo
Google. Scrivere apicolturapercelsi.it acidi lattici
-
Già nel polline ci sono ben 14 acidi lattici, diversi; con tutti i loro battèri fermentatori

-Microbi componenti dei battèri e funghi, contribuiscono alla salute delle api

-In bottinatrici con polline al rientro, sono stati scoperti microbi e “muffe già nelle pallottoline.
Questi, fanno fermentare il polline che diventa, così, “pane delle api”, digeribile e nutriente.

The importance of Microbes in nutrition and health of Honey Bee Colonies – Agosto 2009. pp 755/758.
( American Bee Journal)
Risulta al proponente della prima proposizione sicura, senza punto interrogativo che questi inquilini pur aerobici ( amici dell'ossigeno),quando ne ricevono un po', non ne abbiano dei vantaggi invece di stramazzare solo tra le intercapedini dei favi?

E' un prodotto convalidato per apicoltura biologica

Esiste la sua pubblicità su ogni numero in penultima pagina di tutte le Riviste di apicoltura-
Non c'è nulla oggi che combatta le virosi.E' errato il titolo:Oxigen" contro le virosi

non è antibiotico

Il prodotto "sciroppo zuccherino" (Vedi Voce le Virosi delle api, è ancora in America dove stanno brevettandolo)
Io ho fatto un pezzo su Oxigen ma con tanto di punto interrogativo
Questo oxigen coadiuva a far sì che le api non peggiorino nella loro attuale debolezza immunologica
Distruggeteci anche questo poco che abbiamo.
--
(A.P.
Spero categoria batteriologica dei "simbionti", amanti dell'ossigeno.
Ultima modifica di adolfopercelsi il 16/10/2011, 22:55, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
fabio
Ape ventilatrice
Ape ventilatrice
Messaggi: 482
Iscritto il: 15/09/2010, 13:43
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da fabio » 22/08/2011, 10:06

Quando l'acido peracetico (principio attivo di vita oxygen) si dissolve in acqua, si scinde in perossido di idrogeno ed acido acetico.
Anche il miele è ostile ai batteri perchè contiene perossido di idrogeno creato dal glucosio con l'aiuto degli enzimi.
Il perossido di idrogeno non fà distinzione tra batteri e funghi nocivi o benefici secondo me.
Essendo su ABJ Agosto 2009 la figura a pag 755 molto piccola le regalo questa
Immagine

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 22/08/2011, 12:17

Ciao Fabio. Buona giornata.

Arrivi perfino a dire "secondo me"
Se ci riesco chiederò un intervento del dottor Mandelli
Circa il disegnino molto bello io l'ho già nell' archivio allegati

Gradevolissimo metodo didattico per tradurre delle idee
che diversamente risulterebbero noiose
A presto. Forse. (a.p.)

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 29/08/2011, 3:12

dallo Zio"
Materiale d'archivio

Ciclicamente circolano voci su nuovi prodotti per questo o per quello..
Qualcuno azzarda addrittura parlare di un trattamento avvvenuto con Oxigen per una famiglia “in odore” di peste.. che se l’è cavata”
Personalmente penso che ciò sia
troppo poco per arrivare a questa deduzione partendo
da un presupposto già solo ..olfattivo” .. Il naso non basta.

Attualmente neppure gli occhi.

C’è un tipo di” peste americana” che non presenta
alcun “filamento” pur facendola ruotare nello “ stuzzicadenti”..


“Leggere attentamente il foglio illustrativo.
Posologia ( greco: posos= dose). Controindicazioni
Testo:
Un litro d'acqua 10 grammi di polvere
100 grammi di zucchero

Immagine

Personalmente ricorro ad Oxigen..
Non certo per debellare la peste americana
-Strategia globale di VITA Italia

I Virus, -prima dell’avvento della varroa, erano presenti sulle api in quantità minima

Ora sono in campo, praticamente in tutti gli alveari e in quantità consistenti.

La replicazione dei virus presenti nelle larve
è in gran parte provocata dalla presenza della varroa.
Nello specifico:

E’ possibile utilizzare Vita Oxygen al termine
di ogni visita per ridurre il carico di virus e batteri
Documentazione completa in Gianni Savorelli d.i. Prodotti per apicoltura

Avatar utente
fabio
Ape ventilatrice
Ape ventilatrice
Messaggi: 482
Iscritto il: 15/09/2010, 13:43
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da fabio » 29/08/2011, 16:27

La domanda che mi pongo è:
Si è preso in considerazione anche batteri e funghi benefici dell'alveare oppure si è pensato perossido di idrogeno = morte di funghi e batteri.
Sono concorde nell'usarlo per disinfettare arnie e favi, ma non di gocciolarlo sulle api.
Già le api sono debilitate senza usare niente, se poi distruggiamo anche i benefici.
Ciao a tutti

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 10/10/2011, 17:23

Marianna ha scritto:Caro zio ho letto che ci sono microbi, batteri e funghi che contribuiscono alla salute delle api, usando vita oxygen penso che si neutralizzano anche questi oltre quelli cattivi.
Ditemi se sbaglio.
---
Dallo "Zio" Adolfo
Gentilissima Marianna.
Anzitutto le scuse per questo mio ritardo
Ottima la tua intuizione, come del resto quella di fabio

In più,però, tu ti sei fermata qui;
non ti sei addentrata in questioni in cui come constaterai
solo il nostro sapere nulla circa i simbionti ( batteri "buoni) ci porta a conclusioni teoriche che addirittura non si verificano.
Lo vedremo.
Da dove arrivano alle nostre api questi batteri buoni ( simbionti)?
Dal nettare e dal polline ma allorché, quest'ultimo, è stato trasformato in "Pane delle api"

Dove risiedono-albergano? In quale parte della Suite?
Non nella corsia-sui dorsali dei favi ma nel loro apparato( impenetrabile )digerente,
Dove, cioè, Oxigen non può entrare e, obbligatoriamente, fermarsi sull'uscio

Immagine

Perfino una moglie affettuosa, con marito, addetto per 8 ore all'imbottigliamento dell'aceto Varv, pur con tanto di camice bianco, lo accoglie solo in garage dove potrà indossare altri abiti e non si sogna certo di farlo sùbito riposare sul sofà di casa.

Analogamente Oxigen( acido peracetico) riesce a pulire la bocca delle api ma si ferma obbligatoriamente lì perché la valvola dello stomaco, dalle stesse api, viene ermeticamente tenuta chiusa,trattandosi di disinfettante liquido acidificante.

marianna

Tempo sprecato? mentre ci sono in atto ben diciotto virosi
contro cui attualmente non si può fare nulla
se non accudendo le api nel migliore dei modi in maniera che siano loro a riattare il sistema immunitario tramite qualche gène esistente già ( circa 30.mila come abbiamo noi..)
Campa cavallo che ..l'erba cresce!
Penso che entro domani ti farò avere queste documentazioni avute da parte di Gianni Savorelli, rivenditore autorizzato dalla Ditta
Con stima
Dallo "Zio " Adolfo
Poi, se ce la fai vedi di riagganciare Lora Casadei.
Dille di non avvilirsi se le sue api, come quelle di quasi tutti, palesano pesanti situazioni sanitarie

.
Ultima modifica di adolfopercelsi il 13/10/2011, 14:41, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 11/10/2011, 23:59

"Se Oxigen ammazza i batteri nocivi perché non anche quelli Buoni-i simbionti?"
Domanda rispettabile ma basata su macroscopica "ignoranza"; cioè a totale misconoscenza su questo argomento.
--
da a.p.
Concetti inviatimi a titolo di cortesia da parte di Gianni Savorelli, pubblicista , collaboratore anche per l'ultima ri-edizione ( aspetti ferormonali nell’alveare di A.Contessi, Le Api
G. Savorelli con plurimi testi, graditi, utili sul nostro Forum Angrisani


Allegati per fantasticare un po'
Immagine

Notiziole sull’argomento

-In una famiglia sana forte i microbi sono di certo più delle api presenti..(25.000?)
Negli umani i microbi dell’apparato digestivo sono costituiti da quantomeno 1.800 generi di batteri )

1)I simbionti (batteri buoni ; greco σίη, sin=con; βιος= bios= vita; batteri per la vita
arrivano alle api tramite le bottinatrici di nettare( non ancora,cioè, miele, ma linfa dolce miscelata ad acqua
che verrà fatta scendere a circa il 18%..).

Immagine

-Il miele è sterile . Ha immunità sociale”; non ha microbi

Immagine

I simbionti tendono a colonizzare l’apparato digerente ma
non finiscono nel miele
e quindi alle singole e api che riutilizzano il miele non arrivano carichi di patogeni..

Immagine

2)Un’altra parte importante di simbionti entra nell'alveare, col polline, elaborato da api nutrici .
Anche in questo caso i simbionti tendono a colonizzare lo stomaco delle nutrici, con l’ aggiunta che “il pane d’api” è ora ricco di simbionti.

Immagine

“Per favore fammi assaggiare un po’ di cosa stai “ruminando”?”
La trofallassi delle api scambia logisticamente anche i simbionti .

"A seguire ancora su questo argomento)
Buona giornata
a.p.

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 12/10/2011, 1:15

Fine discorso
su Oxigen-peracetico che le api fermano con valvola "volutamente" tenuta ermeticamente chiusa
dallo "Zio"Adolfo.
1)Nettare
2) "Pane delle api

3)Virus e spore di nosema, oltre che di paenibacillus larvae( peste americana) e quant’altro,
finiscono facilmente sui favi ( feci etc ) e sui corpi delle api ; i peli delle quali sono delle elettrocalamite.

ma

una volta che un patogeno viene ingoiato dall’ape non riusciamo più a raggiungerlo .

Possiamo disinfettare un po’ la bocca delle api , ma non oltre, perché
Oxygen non viene ingerito .

Così non c’è azione sui simbionti
e nemmeno sui patogeni (batteri "cattivi"-micidiali) presenti nello stomaco

Nessuno di noi pur distrattissimo che scambi un mezzo bicchiere di aceto, per vino, ed avendolo già nel gozzo”, si guarda bene dal trangugiarlo.
Le api,analogamente, avendo già in bocca un elemento acidificante-"amaro" "rinforzano" ancor più la valvola d'ingresso allo stomaco

Per cui quello che possiamo fare oggi
è disinfettare i favi ( con oxygen o altro )
per far sì che la quantità di patogeni a contatto coi corpi delle api
sia minima
Ulteriore specificazione
Si deve obbligatoriamente considerare che in una famiglia con problematiche sanitarie, a livello di apparato digestivo, resta solo una piccolissima quantità di simbionti
ed norme presenza di patogeni .
E’ quello che prende il nome di DISBIOSI
--
In questa situazione
se ( teoricamente) si potesse far ingoiare il peracetico o qualcos’altro, considerando che ha un tempo di metabolizzazione al massimo di 3 giorni
si potrebbe ripulirsi di patogeni accoppando anche i simbionti
che dovrebbero essere riforniti giornalmente,
anche con riserve nel” pane d’api
e cioè effettuare

ricostituzione immediata di simbionti la cui importazione dovrebbe essere continua
derivando da importazione di polline e nettare

i quali però sono sempre più scarsi e di qualità più scadente .
.
" Purtroppo l’essere umano come genere ha combinato un’altra frittata e la situazione adesso è drammatica."
"Ricostruire un ambiente a misura di ape non è una cosa né semplice né immediata . E nemmeno indolore."
Gianni Savorelli
--
Per non finire piagendo
-E' nata ad agosto e l'abbiamo chiamata "Agostina"
Non capiamo ancora se dorma più del tempo che impiega a "poppare"
Immagine

Post scriptum da a.p.
Questi concetti verranno ripresi- zavorrati , altrove,con altri particolari

Avatar utente
Marianna
Uovo
Uovo
Messaggi: 70
Iscritto il: 12/09/2010, 11:45
Sesso: Femminile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da Marianna » 16/10/2011, 17:18

Se ho ben compreso, leggendo gli articoli di Savorelli, si possono avere più virus nell’alveare quando c’è più varroa e più fuchi parassitizzati che a loro volta infettano la regina durante l’accoppiamento e di conseguenza la sua discendenza.

Avatar utente
adolfopercelsi
Ape bottinatrice
Ape bottinatrice
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: La Loggia (TO)
Contatta:

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da adolfopercelsi » 16/10/2011, 23:28

Marianna ha scritto:Se ho ben compreso, leggendo gli articoli di Savorelli, si possono avere più virus nell’alveare quando c’è più varroa e più fuchi parassitizzati che a loro volta infettano la regina durante l’accoppiamento e di conseguenza la sua discendenza.

Dallo "Zio" Adolfo

Gentilissima Marianna.Esatto.
Capito molto bene.
Purtroppo( Fatti coraggio!)
anche in assenza di varroa ( questo è un paradosso ma rende l'idea) la propagazione dei virus si verifica attraverso le stesse api. Il virus riesce a leggere il diario scolastico dell'ape ( 3 giorni come uovino- 4 come larva; poi imbozzolata-impigiamata, in teoria per i circa 21 giorni-)
Dico "in teoria 21" perché sovente la prepupa-pupa muore già a questo stadio

Immagine

Ebbene il virus si impadronisce di tutte queste varie fasi. Le "Copia", ed al loro posto, inserisce il suo "Incolla."
Gli uovini delle api diverranno virus, tantissimi virus ; le larve pure, finché mostreranno una struttura portante...

Immagine

Api scosse sull'"autostrada" in alluminio.
Tutti i loro favi destinati al macero-bidone ignifero, in ore serali

Immagine


Veramente situazione disastrosa
Penso che tra qualche giorno in Tecniche apistiche "mini "attrezzature elencherò ciò che tento di fare per sopravvivere..
Saranno operazioni da far rizzare i capelli ai principianti.
Sei capitata in una fase di grave emergenza..

Intanto se tu vuoi e se puoi ma credo di sì
dovresti dare già un'occhiata alle famiglie che fossero soltanto su due tre favi
per decidere di riunirne ad un'altra vicina ed avere almeno sei favi come minimo riscaldamento

Se io avessi un elicottero e tu un mini aeroporto si potrebbe fare il tutto senza spendere un sacco di parole..

Metterò, come del resto già fatto, altri allegati di queste fasi e modalità.
Delle mie 25 arnie attualmente ne ho solo 6
Quasi tutte sei sono la somma di tutte le api di altre due famiglie.. ma mi fermo qui
--
Per non finire piangendo

Immagine

Con stima
da a.p.

Avatar utente
marcantonio
Ape nutrice
Ape nutrice
Messaggi: 265
Iscritto il: 10/11/2010, 15:25
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da marcantonio » 22/10/2011, 17:25

Marianna ha scritto:Se ho ben compreso, leggendo gli articoli di Savorelli, si possono avere più virus nell’alveare quando c’è più varroa e più fuchi parassitizzati che a loro volta infettano la regina durante l’accoppiamento e di conseguenza la sua discendenza.
Gli alveari che hanno una carica notevole di virus, sono anche quelli che hanno un’alta percentuale d’infestazione di varroa, che è ottimo vettore del virus.
Una delle possibili cause che provoca questa infestazione sono i trattamenti eseguiti senza un criterio logico, oppure sono stati usati prodotti non autorizzati, o di scarsa efficacia. Quindi, per mantenere sempre bassa la quantità di varroa negli alveari, bisogna utilizzare sempre prodotti autorizzati a tempo debito e non correre dietro al primo prodotto in circolazione che è ancora in fase di sperimentazione.

Avatar utente
riccardo80
Larva
Larva
Messaggi: 132
Iscritto il: 16/09/2010, 22:10
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Lombardia Varese
Età: 38

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da riccardo80 » 22/10/2011, 23:08

Ciao Marcantonio devo purtroppo smentirti quello che tu dici sulla varroa come vettore del virus è stato così! ma non lo è più oggi le virosi si presentano anche in assenza di varroa ormai i virus hanno preso una loro forza negli alveari senza che uno comporti la presenza dell'altro, quindi gli alveari che hanno una forte carica virale possono non presentare infestazioni da varroa.

la seconda parte del tuo intervento tocca un tasto molto dolente il rapporto tra prodotti consentiti e prodotti non autorizzati è un discorso che visto i silenzi prolungati anche di questo forum ho capito che non dovrei toccare.........

dove sta il problema i prodotti autorizzati come molti di voi sanno non funzionano e alcuni non hanno mai funzionato nessun apicoltore professionista toccherebbe l'argomento, quei prodotti servono per fingere di usarli e usare ben altri prodotti volendo potremmo in un altro momento analizzarli uno dopo l'altro, questo crea la non collaborazione tra ricercatori e ussl di competenza e apicoltori professionisti, i prodotti autorizzati li usano gli hobbisti e a detta dei professionisti sono quegli apicoltori che reinfestano i loro apiari! la situazione è comica se così si può dire.....

chiudo questo mio intervento

" L'APICOLTURA E LE API SONO NEL PEGGIORE MOMENTO CHE L'UOMO POSSA RICORDARE SIAMO A RISCHIO DI PERDERLE E POTREBBE ESSERE PER SEMPRE, MAI AVREI PENSATO DI VEDERE LE API IN QUESTA SITUAZIONE CHIEDO AGLI APICOLTORI DI UNIRSI PER LOTTARE VERAMENTE PER SALVARLE, CERCHIAMO DI FARLO ADESSO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI RACCONTIAMO COME STANNO LE COSE VE LO CHIEDO CON IL CUORE IN MANO, Riccardo

Chiedo scusa per la maiuscola, prendetelo come un grido e perdonatemi.

Avatar utente
marcantonio
Ape nutrice
Ape nutrice
Messaggi: 265
Iscritto il: 10/11/2010, 15:25
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Disinfettante contro virosi?

Messaggio da marcantonio » 23/10/2011, 13:17

Riccardo, ormai su tutto il territorio Nazionale non esiste un alveare indenne da varroa e dopo tanti anni che le api hanno convissuto con la varroa, i virus si sono addentrati negli alveari rimanendo latenti e aspettando di prendere il sopravvento non appena gli apicoltori ne riducono il controllo. Questa mancanza di controllo è agevolata da molti apicoltori che usano prodotti autorizzati in un periodo non consono, oppure prodotti non autorizzati di scarsa efficacia e/o prodotti contenenti lo stesso principio attivo, ma non adatti all’apicoltura, queste cose sono state viste di persona e non le giustifico.

Rispondi